TAI CHI CHUAN a MILANO  –  QIGONG  –  TUI NA   Scuola della Maestra Tassi Mei Li Alessandra

TAOISMO

COS’E’ IL TAOISMO ?

Il Taoismo non si identifica con un “ismo”, non è un’ideologia, né un movimento new age. E’ una filosofia applicata e vivente. E’ un modo di pensare, un modo di guardare la vita, un modo di esistere, di essere col cambiamento e non contro di esso. La vita per i Taoisti è fatta di cicli che si alternano, il giorno e la notte, le stagioni, la nascita e la morte, le epoche: ciclo su ciclo e la sola costante nel percorso è il cambiamento.

Il Taoismo considera il cambiamento come inevitabile e non abbiamo nessun controllo su di esso, l’unica cosa sulla quale abbiamo controllo sono le nostre reazioni ai cambiamenti della vita. Ci sono tante cose che nella vita possiamo fare: infuriarci, protestare, lagnarci, contrattaccare, opporre resistenza, ma resistere non fa altro che fiaccarci. Per il taoista la resistenza è del tutto stupida e inutile. La nostra resistenza non fa altro che rendere ancora più forte e resistente quello a cui ci contrapponiamo.

Lao Tzu parla ripetutamente del principio per cui il molle sconfigge il duro e il debole vince il forte. Il Taoismo ci mostra che cedendo possiamo trovare forza e aiuto e nella morbidezza possiamo trovare il modo di superare i più grossi problemi, tutto questo è possibile se ciò di cui stiamo parlando non è una mollezza flaccida, ma una mollezza reattiva e risoluta, come la morbidezza elastica del salice, in contrasto coi rami della dura rigida quercia che il vento forte può spezzare. “Cedi e abbi la meglio; piegati e sii eretto; svuotati e sii pieno; logorati e sii nuovo; abbi poco e guadagna. La cosa più molle dell’Universo vince la cosa più dura”. Il Taoista è una persona che cerca la semplicità nel complicato e ottiene la grandezza nelle piccole cose: per svilupparsi spiritualmente ed esprimere l’intera verità occorrono le azioni più semplici e il linguaggio più semplice. Il taoista è dedito alla scoperta della danza del cosmo nel passare di ogni stagione e di ogni prezioso momento della vita. Lao Tzu lo definisce “il saggio”, Chuang Tzu lo chiama “l’Uomo vero” dicendo: “Coloro che cercano e seguono il Tao sono forti di corpo, puliti di mente e acuti di vista e di udito, non si caricano la mente di preoccupazioni e sono flessibili nel loro adattamento alle condizioni esterne”.

IL TAO

“Il Tao che può essere detto non è l’eterno Tao”. Con queste parole inizia il Tao Te Ching, scritto da Lao Tzu circa 2500 anni fa e prosegue: “E’ qualcosa misteriosamente formato, nato prima del cielo e della terra. Nel silenzio e nel vuoto, sta solo e immutabile, sempre presente e in movimento, forse è la madre di diecimila cose. Non ne conosco il nome. Lo chiamo Tao”. Come è possibile dunque descrivere l’indescrivibile? Come è possibile fare rientrare in parole ciò che è oltre le parole? Ricordo che quando ero giovane, il mio vecchio maestro mi disse che il Tao può solo essere menzionato, non può essere posseduto, ma solo sperimentato, non lo si può toccare, ma solo avvertire, non lo si può vedere, ma solo intravedere con i sensi interni. Ci sono dunque molti modi per parlare del Tao, ma solo in modo approssimativo, come cercare di descrivere il gusto della fragola a chi non l’ha mai mangiata. Immaginiamo dunque come si possa cercare di descrivere il tutto essere e il tutto finire dell’esistenza. Esisteva prima del cielo e della terra e continua ad esistere per tutta l’eternità. “Il Tao è il dito che punta e al tempo stesso è la direzione”, afferma Huo Ching Ni. Lao Tzu inizia il Tao Te Ching dicendo che del Tao in sé non si riesce a parlare, eppure dopo questa affermazione, in tutto il trattato è riuscito a trovare circa cinquemila caratteri per descriverlo ! Quello che intendeva dire è che è impossibile far stare il Tao dentro una definizione nitidamente confezionata, perché il Tao è qualcosa decisamente al di là di tutte le definizioni e categorie. La parola Tao è un vocabolo che significa molto di più di quanto si possa spiegare. E’ stato tradotto come “la Via”, “la Legge” o semplicemente “Tutto quello che E'”. Il Tao è un principio insito nella natura e che la regola.

(Tratto da Rifondazione Taoista di Alessandra Tassi).